riviste agricoltura, agricoltura biologica, giardinaggio, normativa comunitaria agricoltura, politica ambientale italiana, frutticoltura, viticoltura, coltivazione biologica

rivista agricoltura biologica, informazioni normativa agricola, libri agricoltura, coltivazione agricoltura biologica  
coltivazione ortaggi, rivista giardinaggio, frutticoltura, politica ambientale italiana
 
   

elenco prodotti in vendita
n°prodotti: 0
Totale: E. 0,00
cassa

chi siamo





agricoltura, coltivazione agricoltura biologica, rivista macchine agricole, mensile agricoltura, politica ambientale italiana, informazioni agricoltura, riviste agricole specializzate, potatura piante, lavori orto, coltivazione biologica, prodotti tipici agricoltura, turismo rurale, coltivazione vite, coltivazione olivo, coltivazione ortaggi, frutticoltura

Attualita'
La news Elenco delle news Home page
Origine di grano e riso: Bruxelles si muove

Il nuovo corso italiano sull'origine obbligatoria in etichetta per il riso e per il grano per la pasta sta facendo rumore a Bruxelles, con l'Associazione dell'industria alimentare europea (FoodDrink Europe) che ha espresso una condanna piuttosto scontata della misura.
Ricordiamo che l'iniziativa di Roma su origine di riso e grano per la pasta all'inizio ha percorso lo stesso iter del latte: notifica alla Commissione dei decreti (maggio 2017) per poi aspettare i tre mesi regolamentari per avere il via libera. 
In luglio, il cambio di linea. I ministri Maurizio Martina e Carlo Calenda firmano i decreti senza aspettare l'ok di Bruxelles, mettendo l'Italia in condizione di subire l'apertura di una procedura di infrazione
Perché? Per «spronare la Commissione a dare piena attuazione al regolamento UE del 2011», ha detto Martina, e «sfidare, in termini costruttivi, l'Europa su questo terreno» ha sottolineato Calenda, vista la «lentezza inaccettabile dell'UE su questo tema». I ministri si riferiscono alla mancanza di norme attuative, attese dal 2013, previste dalla parte del regolamento UE n. 1169/2011 circa l'indicazione di origine. 
Oltre a firmare i decreti, il 25 luglio Roma ritira la richiesta di notifica alla Commissione. 
A questo punto, il 23 agosto, la Commissione Europea (certo non casualmente) rende noto che le norme di attuazione del regolamento 1169/2013 saranno adottate «prima della fine del 2017». 
I decreti decadranno? Rischio infrazione scongiurato? Comunque vada, i decreti andranno scritti da capo tenendo conto delle norme di attuazione di Bruxelles. 


Tratto dall’articolo pubblicato su L’Informatore Agrario n. 30/2017 a pag. 12
Origine in etichetta, la battaglia non è vinta
di A. Di Mambro
Per l’articolo completo: Rivista Digitale e Banca Dati Online




 


L'Informatore Agrario
Il settimanale tecnico ed economico di agricoltura professionale

 
 
Banca Dati Online Conosci la Banca Dati Articoli Online?
... scopri la notevole mole di contenuti digitali utili per la tua professione o la tua passione

esplora la banca dati online

la ricerca

trova 

© 2022 Edizioni L'Informatore Agrario S.r.l. - Tutti i diritti riservati